Metalli e Leghe Metalliche

Metalli e leghe

Effettuiamo determinazioni per la verifica della qualità delle leghe e la loro corrispondenza alle specifiche tecniche ed alle normative internazionali,in particolare effettuiamo:
• Composizione elementare
• Migrazioni specifiche in materiali a contatto con gli alimenti
• Verifica dello spessore di trattamenti superficiali
• Radioattività
• Analisi dimensionale
• Test per il controllo di conformità nel recupero dei metalli ferrosi e non ferrosi
• Quantità dei materiali estranei e di residui di lavorazione

Contenitori metallici utilizzati per la conservazione degli alimenti

La legislazione Italiana ha regolamentato, in materia alimentare, l’uso e l’utilizzo di acciaio inossidabile, banda stagnata, banda cromata e alluminio con proprie norme specifiche:

Alluminio

Regolamento CE 1935/2004, D.P.R. 777 del 23.08.1982 e DM n°76 del 18 aprile 2007

Acciaio inossidabile
Le norme che regolano l'uso e l'utilizzo dell'acciaio inossidabile sono indicate nel  D.P.R. 777 del 23.08.1982 e D.M. 21/03/1973 e stabiliscono, per tuti, criteri le prove di migrazione in base all’utilizzo a cui il prodotto è destinato.
Alluminio: Regolamento CE 1935/2004,D.P.R. 777 del 23.08.1982 e DM n°76 del 18 aprile 2007.

Banda stagnata

Regolamento CE 1935/2004, D.P.R. 777 del 23.08.1982, DM del 18 febbraio 1984.   Per gli alimenti confezionati in contenitori di banda stagnata si effettuano analisi di ferro, stagno e piombo sugli alimentati al fine di verificarne eventuale cessione e l'affidabilità del prodotto.

Banda stagnata verniciata
Per i contenitori in banda stagnata verniciata, vanno effettuati analisi e verifiche sulle resine epossifenoliche stabile nel Regolamento CE 1985/2005

I commenti sono chiusi